20. aprile 2007

I believe I can fly

Chissà se l’ho mai scritto, forse no, ma io ho un grosso problema con gli aerei: non ci salgo.

Tempo fa, quando l’allegria e la leggerezza della gioventù mi permettevano di avere meno paura di tutto, svolacchiavo allegramente a destra e a manca, volevo anche il posto vicino al finestrino, che guardare giù era bello e mi piaceva. Poi, sei anni fa, tornando da Napoli su un volo Alitalia verso Linate, m’è passata tutta la poesia del volo. Poi, due mesi dopo, tornando da Rodi verso Bologna su un DCnonsocosa sempre Alitalia, m’è passata anche l’idea del volo. Su Milano, non usciva un carrello, su Bologna c’era la madre di tutti i temporali.

Da lì in poi, di aerei, non ne ho più voluto sapere. E tutti a sfottere, a dire mavalà, a dire “drògati”, ma non c’è mai stato verso. Ho il terrore. Leggi tutto…