04. aprile 2007

Salute vendesi

Sto per parlare di una cosa di cui ho ben poche conoscenze specifiche, se non sapere cosa è un pap-test, ma tanto son blogger, e quindi me lo concedo, e poi è qualche giorno che ce l’ho qui sullo stomaco.

Nei giorni scorsi è uscito il vaccino contro il tumore al collo dell’utero: si chiama Gardasil e debella il papillomavirus, che nel 70% dei casi è il responsabile dei casi di cancro al collo dell’utero.

Questa certezza scientifica spalanca le porte alla prevenzione e offre speranze concrete di sconfiggere un tipo di tumore che fino a poco tempo fa era considerato un big killer.
Umberto Veronesi – Repubblica.it

Solo che. Solo che se hai 12 anni è gratuito per disposizione del Ministero della Salute (il papilloma si trasmette sessualmente, e a 12 anni in genere, si spera, le BAMBINE non hanno ancora avuto rapporti), mentre se non hai 12 anni costa 564,45 euro. Tre somministrazioni nell’arco di un anno, ciascuna da 188,15 euro.

In poche parole, evitare quel tumore costa quindi 564,45 euro. Se io ho tre figlie, dai 13 ai 18 anni per esempio, spendo 1693,35 euro per fare in modo che non si ammalino. Sono io che c’ho la testa strana, ho le braccina corte, mi sfugge qualcosa o il fatto che tutto questo non sia gratuito per tutte le donne è semplicemente vomitevole?