« - Home Page - »

12 agosto 2006

Travelling post

Sono in treno, e mi sto spostando dalla Calabria alla Puglia. Ma non che parlo di una cosa che m’è successa, sono su un treno proprio in questo momento, miracoli del GPRS. Passo da una settimana di ammmore a una di svacco, poi torno in amore. Compagni di sgabbiozzo trenitalico un paio di scout del nuovo millennio (facce da bravi ragazzi ma ipod e maglie urende) e una coppia lui calabro e lei

tedesca. Lui l’ha fatta spostare perché s’era seduta di fronte a me invece che di fianco a lui, e poi m’ha guardato male.
Il controllore che è appena passato gli ho spiegato che devo fare il biglietto ora, che la stazione di partenza era chiusa, m’ha detto ok e se n’è andato. Alè, viaggio gratis.
E ora basta, che postare così è proprio scomodo, torno al mio viaggio.

6 commenti

Gravatar

1. Beniamino ha scritto il 12 agosto 2006 alle 12:42

Dai Cofano, anche tu con sta storia dei calabresi gelosi! 😉 Buona vacanza.

Gravatar

2. marta ha scritto il 16 agosto 2006 alle 21:28

buone vacanze!!! 🙂

Gravatar

3. phoebe ha scritto il 17 agosto 2006 alle 13:18

Schifosissimo, tre settimane di mare!! Ti odio!!! 😀

Gravatar

4. monicabionda ha scritto il 21 agosto 2006 alle 14:36

ah! quindi eri anche te in treno tra pesaro e cattolica alle nove di sera di sabato?
io mi sono sciroppata le mie misere cinque orette in compagnia di trenitalia, sempre sabato sera!

ciao!

Gravatar

5. Jojoy ha scritto il 28 agosto 2006 alle 08:40

Finalmente si sente parlar bene di trenitaglia!

Gravatar

6. cofano ha scritto il 29 agosto 2006 alle 11:15

@ Beniamino: finita troppo presto, sta vacanza 😉
@ Marta: grazie!
@ phoebe: :-))) troppo poche.
@ monicabionda: trenitalia a me mi vuole bene, penso di aver preso gli unici treni senza ritardi nella storia della puglia e della calabria.
@ Jojoy: eh, davvero 🙂

Lascia un commento

Potete usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>