19. maggio 2005

Risvegli

Entrare in cucina per far colazione, con ancora tanto tanto sonno sulle spalle, e trovare mia madre che sta attaccando delle anatre di ceramica al muro e con voce civettuola dice “Quattro paperette!” non è un bel modo di iniziare la giornata