01. maggio 2005

PiDiGaffe

L’antefatto. Il buon Gianluca Neri di Macchianera ha preso il pdf del rapporto Calipari redatto dagli ammericà con parti censurate e con un semplice procedimento di conversione (trattasi o di copiaincolla, o di salvacome) ha messo in chiaro i passi oscurati e li ha diffusi tramite il proprio blog.
Il fatto. Diverse testate giornalistiche online (Repubblica, Corriere, ecc.) hanno segnalato, con titoloni nel primo articolo della home page, il fatto che questo documento è “svestibile” mostrandone le pudenda al mondo intero, ma nessuno ha citato Macchianera come fonte della notizia, quando è evidente che è proprio da quel blog che è stata rivelata.
Il punto. Molti a gridare “dagli al copione!”, molti a dire “uh ora sappiamo i nomi di chi ha sparato” e pochi a sottolineare i fatti più agghiaccianti: le forze multinazionali in Iraq non sono in grado di creare un pdf sicuro e i nostri giornalisti in Italia sono dei niubboni che un pdf va bene se lo sanno aprire.
Update: Apcom segnala la blog-fonte
Ri-Update (2/5): Ormai Gneri è passato agli onori della cronaca. Questo update però è per aggiungere che il rapporto italiano, che dovrebbe “rispondere” a quello americano e che verrà reso noto oggi, sarà incompleto perchè il pdf su cui hanno lavorato i nostri era quello con gli omissis. Andiam bene, và.