« - Home Page - »

08 novembre 2006

Longisland Station

Ne ho parlato non so quante volte, qui, di quel posto lì. Il FuoriOrario. Bè, stasera me lo son ritrovato in tv.
Tutto tirato a lustro, tutto pulito, senza bicchieri per terra e ubriachi al bancone, senza il gestore anche lui ubriaco a dir cose al microfono, solo un pianoforte in mezzo alla pista, un paio di jazzisti sul palco e un Carlo Lucarelli in giro.
Già, ci girano la nuova trasmissione di Lucarelli, al FuoriOrario: Milonga Station. Un circolo ARCI, trasmissione su Rai 3, ci può anche stare.
Che io, l’ultima volta che son stato lì, ho detto “Vè, un camione della RAI! Sta a vedere che stasera andiamo in TV!”. Invece dentro niente telecamere, solo il solito fotografo che gira per mettere poi le foto sul sito.
Dice l’ANSA:

E’ un Carlo Lucarelli meno noir quello che torna su Raitre, dal 7 novembre in seconda serata, con una nuova trasmissione, ‘Milonga station’. Dopo avere districato i misteri d’Italia in ‘Blu notte’, il noto giallista racconta al suo pubblico la letteratura, tra grandi classici e opere minori, in una simbolica stazione ferroviaria ricostruita a Gattatico (Reggio Emilia). ‘Ho sempre avuto in testa l’idea di parlare di libri – spiega – Mi diverto, per me e’ piacevole sperimentare cose nuove’.

Ora, sappiatelo, la simbolica stazione ferroviaria che ospita cultura letteraria non è stata ricostruita da o per Lucarelli, ma in buona parte, quell’incubatore culturale, l’ho finanziato io, a forza di Long Island.
…paura eh?

7 commenti

Gravatar

1. dud ha scritto il 08 novembre 2006 alle 08:31

gattatico sta diventando un po’ l’ombelico di tutto, il centro del mondo, il grande cocomero intorno a cui gira l’intero orto di zucche.
nasceranno grandi centri commerciali, nuove sedi di partito, lunghe metropolitane a monorotaia, l’ereoporto e si sta gia pensando ad una nuova piazza.
ho sentito che presto pittureranno di nuovo tutte le case facendole color blu notte, così, per ricordadare lucarelli. oh tranne il campanile naturalmente, altrimenti gli aerei non lo vedono.

dimmi se è vero o se sono solo voci.

Gravatar

2. Maxime ha scritto il 08 novembre 2006 alle 09:05

Quindi hanno dovuto rimuovere anche te dal bancone, prima di girare il servizio… 😉

Gravatar

3. cofano ha scritto il 08 novembre 2006 alle 10:37

@ dud: Che poi, in realtà, è a Taneto di Gattatico. Che diventerà periferia fighetta.
@ Max: ci ha nprovato, alla fine han dovuto arrendersi, vestirmi da jazzista e mettermi in mano un contrabbasso. Che è l’unico strumento che riesce a tenermi in piedi in quelle condizioni.

Gravatar

4. phoebe ha scritto il 08 novembre 2006 alle 10:41

Ora lo guarderò con più attenzione. Non è che ci trovo una tua foto a chiappe scoperte, eh?
Paura, eh?

Gravatar

5. traminer ha scritto il 08 novembre 2006 alle 15:00

E ci risiamo con il conflitto di interessi! Se sei l’azionista di maggioranza non puoi assolutamente influenzare la linea della trasmissione, mi raccomando.

Gravatar

6. Noantri ha scritto il 20 novembre 2006 alle 19:45

Uhh, a forza di Long Island(s) quante cose avrò e avremo finanziato? Mi devo trattenere ogni volta che entro nel mio pub di fiducia, perché mi viene da strappare via la camicia al proprietario e urlargli: “Questa è mia! Mi appartiene di diritto!”. E così via, con quante carbonare avrò finanziato i miei due ristoranti preferiti? C’è gente, in effetti, che sopravvive grazie ai nostri incrollabili vizi. Onore al merito di tanta coerenza.

p.s. mi stavo giustappunto chiedendo che posto fosse quel posto dove cammina Lucarelli in televisione.
[Ste]

Gravatar

7. cofano ha scritto il 21 novembre 2006 alle 01:51

@ phoebe: paurissima!
@ tram: Epperò un minimo di coerenza su quello che han visto quei muri la pretendo, cribbio! La prima puntata è sulla figura dell’eroe: mezz’ora a parlare di Hemingway e nessuna citazione di quella volta che mi son seccato 4 longisland… dimmi te se si può andare avanti così!
@ noantri: siamo i figli delle raccolte punti, ci vien naturale pretendere un omaggio in cambio di quello che consumiamo.

Lascia un commento

Potete usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>