04. marzo 2005

Paesello No Limits

E’ nevicato, ma tanto eh. Allora succede che quando nevica io e il mio amico G, da quando siamo patentati, andiamo in giro per il paesello a fare dei frenamano, pratica che consiste nel lanciarsi il più veloce possibile nel primo piazzale vuoto e tirare il freno-a-mano testacodandosi. Non penso sia una cosa granchè originale, e non pretendo sia furbissima, ma si sa, noi ci si diverte con poco. E così come noi un sacco di giovani e meno giovani compaesani si fiondano nei piazzali del paesello. Negli anni abbiam visto Pande cappottarsi, finire nei fossi, abbracciare lampioni. Ma c’è poco da fare, dev’essere qualcosa che c’è nell’aria: alla prima nevicata seria, si va.
Ed eravamo in giro a cercare il frenamano dell’anno, the big one, quando ci ha tagliato la strada questo. L’abbiamo visto arrivare da lontano, incredulo ho fatto giusto in tempo a tirar fuori il telefonino per fare la foto, che ci è scheggiato davanti e se n’è andato. Dalla foto non si capisce benissimo, ma non è un ufo: è un tizio col casco in testa su un bob trainato da un’auto a una velocità folle.
Io i miei compaesani, a volte, li stimo tantissimo.

Aggiornamento del 5/3: la serata, il nostro eroe, l’ha passata poi al pronto soccorso, che si sa, i marciapiedi presi a quella velocità lì fan male, ed è un attimo rompersi un dito.