« - Home Page - »

06 febbraio 2006

Confessioni

Il blog non è mica facile da condividere, certe volte. Che se ti innamori e stai con questa persona, che arriva dopo qualche anno che tu hai un blog, ti vengono un po’ di perplessità: glielo dico che ce l’ho? Ci son delle cose che se le legge ti fa piacere, e poi sei uno che ha poca memoria e il blog può anche supplire a questo tuo handicap. E bugie non gliene hai mai raccontate, non è assolutamente gelosa retroattiva, l’indirizzo potresti anche darglielo tranquillamente.
Sai cosa c’è? C’è che scatena qualcosa di perverso, qualcosa che se non fossi un blogger lei non potrebbe sapere, anzi no, lo saprebbe ma in modo diverso: dandole l’indirizzo le dai modo di conoscere una parte di te tutta in una volta, in tempi brevissimi, una parte che invece avrebbe scoperto pian piano, una parte che si sarebbe gustata un po’ alla volta, come è normale che sia. Una parte che poi non è detto che si riesca a ritrovarla, nella vita di tutti i giorni.

La cosa difficile poi è anche spiegare a chi non è pratico del web cosa è un blog, perchè hai un blog e cosa comporta avere un blog. Capita di sentirti un tipo un po’ strano. E hai l’impressione che chi hai davanti ti stia guardando con occhi un po’ diversi.
Inoltre il blog dà a cose accadute molto tempo prima un senso di attualità che se venissero raccontate a voce non avrebbero: di una persona della quale scrivevi con enfasi mesi prima, oggi ne parleresti con una freddezza e un distacco e un disinteresse reali ma obiettabili se confrontate coi termini usati in quei mesi. Già immagini i tuoi “massì c’ho avuto una storiella” e i suoi “storiella sticazzi, sbavavi sulla tastiera”.
Pensa se poi, per fare un esempio, hai scritto di qualcuno usando un nomignolo, e magari oggi quel nomignolo ti scappa usato con lei. Non ci fai una bella figura.
Insomma, sì, potenzialmente è un casino.
Però il casino è potenzialmente più grosso a non dirglielo, che tanto prima o poi lo viene a sapere, e siccome non hai niente da nascondere e in secondo luogo sei davvero contento se legge quello che scrivi, finisce che l’indirizzo glielo dai.
Per accorgerti poi, dopo tutta sta maratona di paturnie, che non è che le interessi granchè il tuo blog e che, a quanto pare, preferisce prenderti giorno per giorno, live.

35 commenti

Gravatar

1. Noantri ha scritto il 06 febbraio 2006 alle 14:36

Non darglielo l’indirizzo.
E non farti prendere giorno per giorno manco per un cazzo. Centellinati molto di più. Un pochino ogni tre mesi, ecco. Più o meno è questa la media giusta.

E colpiscila forte sotto al mento.
[Ste]

Gravatar

2. TheEgo ha scritto il 06 febbraio 2006 alle 15:26

Se non se ne frega di rileggersi tutto il tuo passato sei un ragazzo fortunato! 🙂

Gravatar

3. Giulia ha scritto il 06 febbraio 2006 alle 15:32

Se ti può consolare, io sto con uno che quando l’ho conosciuto aveva un blog che ha la stessa età del mio, ma gli archivi non me li sono mai letti tutti.
Uno, perché parla di tutto meno che di se stesso.
Due, perché le cose mi piace sentirmele raccontare dalla sua voce.
Tre perché non ho tutto questo tempo per leggermi due anni e mezzo di archivi.
Quattro perché… vabbè, dai, si è capito: io dormirei tranquillo. Glielo dici, e secondo me lei si legge gli ultimi e poi non ci pensa più.

(Per la cronaca, neanche il mio fidanzato si è letto i miei archivi, ben più personali dei suoi.)

Gravatar

4. phoebe ha scritto il 06 febbraio 2006 alle 16:50

Ti capisco… ce l’ho pure io ste paturnie. In genere aspetto… ma più si aspetta peggio è!

Gravatar

5. kikkio ha scritto il 06 febbraio 2006 alle 17:26

Qualcosa non quadra. Ogni tanto passo di qua e trovo cose che avrei dovuto scrivere io.
Sei sicuro di non essere me?

Gravatar

6. pregnantboy ha scritto il 06 febbraio 2006 alle 17:29

Non darglielo, mai, difendilo col sangue. Il blog eh, mica altro.

Gravatar

7. Steelrain ha scritto il 06 febbraio 2006 alle 17:30

Caro Sor Cofano,
hai descritto perfettamente anche la mia situazione, oltre alla tua. 🙂

Il mio guaio è che mi piacerebbe rendere partecipe il Fidanzato del blog, nel senso di fargli capire che senso ha e perchè lo scrivo. Ma finora non ho avuto molta fortuna…

Gravatar

8. cofano ha scritto il 06 febbraio 2006 alle 17:36

@ Ste: ‘iuuulenz!
@ TheEgo: :-)))
@ Giulia: Ma infatti è andata così, ha letto un po’ poi ha preferito sentirsele raccontare.
@ phoebe: il tuo problema è che degli uomini scrivi peste e corna…
@ kikkio: o tu sei me?
@ pregnant: ma io le dò tutto, poi vedrà ben lei cosa preferire 🙂
@ steel: leggiglielo mentre dorme. Blog subliminale: potresti essere un’innovatrice.

Gravatar

9. unamela ha scritto il 06 febbraio 2006 alle 18:50

negare, sempre, tutto, anche e soprattutto l’evidenza 🙂

Gravatar

10. dud ha scritto il 07 febbraio 2006 alle 00:04

tzè, ma a chi la racconti?
io lo immagino te come sei fatto, mica ti preoccupa il passato, che quello si fa presto, e dai a dire che nel blog c’è anche la fantasia, che in fondo si romanza un po’, che il blogger si taglierebbe un dito per scrivere il “post perfetto”, il “grande post” e quindi di non far caso a quel che c’è scritto, ma goditi solo come lo ho scritto, e così via che lo sai meglio tu di me.
quello che preoccupa e il futuro dicevo. quello che scriverai. perchè ora lo sai che quando alzi gli occhi sullo schermo vedi l’espressione di lei, se concorda o se scuote la testa. se riesci a scrivere quello che le piacerebbe tu scrivessi.
insomma prima si scriveva per se, per il lettore, anche per me va mo’ la. ora invece? sei sicuro di rimanere cofano-cofano, oppure ci ritroviamo cofano-davanti-alla-sua-bella?

non te la prendere, un po’ volevo provocarti, ma un po’ dico anche sul serio.
naturalmente tanto potrebbe essere perdonato se metti delle foto di lei e se finalmente ti taglierai l’unghia del mignolo.

Gravatar

11. Maxime ha scritto il 07 febbraio 2006 alle 01:03

Io il blog l’ho aperto quando ero già sposato. Mia moglie ovviamente lo sa e fa finta che non gliene freghi niente, però poi quando non sono in casa si spulcia per bene tutto (cronologia docet). La tua lei preferisce prenderti giorno per giorno, live? Basta crederci.

Gravatar

12. cofano ha scritto il 07 febbraio 2006 alle 01:10

@ unamela: genio del male 🙂
@ dud: allora la prendo anche un po’ sul serio e ti dico: futuristicamente secondo me non è un problema. Non lo è perchè il blog c’è da più di tre anni, e in questi tre anni mi è già capitato di scrivere sapendo di essere letto da occhi “interessati”. E’ anche vero che cambiando gli occhi cambiano le possibili reazioni, ma io c’ho una gran testa dura ed è difficile farmi cambiare il modo di far le cose. Cioè, cambiare cambio eh, ma per conto mio.
Per quanto riguarda le foto: ma no!
Per quanto riguarda l’unghia: diciamolo, una volta per tutte, che poi la gente ci crede, che l’unghiazza multiuso non ce l’ho. Però mi sta venendo voglia di coltivarla, che fa audience.
@maxime: l'”a quanto pare” era giusto per lasciar spazio a eventuali smentite 😉

Gravatar

13. Speck ha scritto il 07 febbraio 2006 alle 08:39

Il mio blog non lo conosce quasi nessuno tra le persone che frequento nella vita reale (ragazze o amici che siano).
Alla mia ragazza…mai direi che ho un blog…credo

Gravatar

14. kumquat ha scritto il 07 febbraio 2006 alle 10:29

io al pescatore tecnoleso non gliel’ho mai detto.
ma vabbè. non fa testo. probabilmente non sarei neanche stata in grado di spiegargli che cos’era.
probabilmente mi avrebbe chiesto a cosa abbocca un blog, e se è roba da fondo o da superficie. 😉

Gravatar

15. cofano ha scritto il 07 febbraio 2006 alle 10:54

@ speck: all’inizio era così anche per me. Poi pian piano la voce s’è sparsa. Ho contribuito anch’io, che quei geniacci dei miei amici quando ho detto che andavo alla Blogfest gli è venuto il sospetto. Ma, in linea di massima, a parte qualche spiegazione, non è stato un problema.
@ kum: il blog, secondo me, è roba da “balansa” (che sarebbe quella specie di canna da pesca con in fondo alla lenza una grossa rete, che tira su un po’ di tutto).

Gravatar

16. SIMONETTA ha scritto il 07 febbraio 2006 alle 11:03

SINCERAMENTE?..IO LEGGEREI TUTTO..LO SO..NON SI FA, NON è CARINO..BLABLABLA..QUELLO CHE è STATO è STATO…QUELLO CHE SEI è GIUSTO SCOPRIRLO CON I MIEI OCCHI, CON LE TUE PAROLE DETTE A ME…E NON TUTTO INSIEME ATTRVERSO POST DIVERTENTI SORRIDENTI SENSIBILI IRRITANTI ODIOSI,,,CHE MAGARI POI FRAINTENDO ANCHE QUALCOSINA…
PERCHè QUELLO CHE TRASMETTI TRA QUESTE RIGHE, NON è DETTO CHE POI CORRISPONDANO A QUELLO CHE REALMENTE VUOI ESSERE CON ME…
LO SO ..MI SONO FATTA LA ROMANZINA DA SOLA..MA NONOSTANTE TUTTO..RIBADISCO CHE….
IIOOO LLLEGGGEEERRREEEIIII TTUUUTTTTOOOOO!!!!DALLA PRIMA ALL’ULTIMA LETTERINA…
PARDON

Gravatar

17. lucy ha scritto il 07 febbraio 2006 alle 11:21

per sette mesi ha saputo che avevo un blog ma non gli avevo dato l’indirizzo. e lui è stato così bravo da non chiederlo. una decina di giorni fa, alla fine mi è venuta voglia di darglielo. e così ho fatto. è stata un buona idea. un modo per conoscersi di più.
Lucy

Gravatar

18. cofano ha scritto il 07 febbraio 2006 alle 11:29

@ simonetta: curiosa come le dita dei bambini (detto locale)
@ lucy: io ogni volta che qualcuno aveva un blog ma non voleva dirmi dove, l’ho sempre trovato. Che non è un bel gesto eh, ma oh, son curioso, c’è poco da fare.
A volte ho trovato anche blog che non cercavo. 🙂

Gravatar

19. kumquat ha scritto il 07 febbraio 2006 alle 11:43

bilancino! in effetti sì. tutto, dai temoli alle acquadelle…

Gravatar

20. kumquat ha scritto il 07 febbraio 2006 alle 11:45

oddio, non volevo duplicare. mi è saltata fuori una pagina che mi diceva che il server aveva fatto un errore madornale e si scusava ma non ci poteva fare niente, e poi aveva avuto un’infanzia così difficile ed era intollerante alla cioccolata.
insomma, me la sono presa un po’ a cuore e quindi ho ripostato 😉

Gravatar

21. cofano ha scritto il 07 febbraio 2006 alle 11:46

No problem, ci penso io a rimuovere i traumi 😉

Gravatar

22. Amhran ha scritto il 07 febbraio 2006 alle 17:06

Uè, non pensavo davvero che su una questione simile ci si potesse dividere così nettamente in due scuole di pensiero, con varie sottoscuole e correnti culturali. Beh! Io sono per la trasparenza… se qualcuno legge qualcosa che non gli piace, che sia scritto da me “me” o da me “personaggio”, peccato per lui – o lei… il blog è mio, lo può leggere chiunque, ma me lo gestisco io. Augh. ^_-

Gravatar

23. fmf ha scritto il 08 febbraio 2006 alle 13:35

Concordo con Amhran (a parte la scelta del nick, accidenti, ho dovuto riscriverlo tre volte. Ma e’ piu’ un problema mio…)
Mai posto il problema, ma forse e’ perche’ per me non e’ che “io sono il mio blog o lui e’ me o altre cose cosi'”, scrivo. Punto.
Tu leggi? Io e te stiamo assieme? E allora? Se sei scema e succede un casino e non sai comportarti piacevolmente e con raziocinio – come all’opposto sembra invece aver fatto la cofana (OMG, cofana, che brutta definizione, scusa) -, beh, allora meno male, grazie blog, m’hai evitato di perdere tempo.
Senno’, bene, come dicevamo, non c’e’ problema.

Gravatar

24. fmf ha scritto il 08 febbraio 2006 alle 14:21

Cofano, se non trovi il modo di mettere a posto quel problema del CGI, mi sa se io e kumquat continueremo a leggerti, ti tocchera’ diventare un traumatologo esperto…
(un modo come un altro per cheidere scusa del doppio commento)

Gravatar

25. jesterbeast ha scritto il 08 febbraio 2006 alle 14:55

e perche’ non dovrebbe leggerlo? magari poi presa da curiosita’ ne legge qualcun altro e ha anche un metro di giudizio per pesarti. io non mi ti lascerei scappare. a questo punto il problema sarebbe tuo. e se s’attacca come una cozza e a “cose stantie” non riesci piu’ a liberartene? QUESTO E’ IL VERO PROBLEMA 🙂 io non corro nessun rischio, m’ha detto “chissenefrega, non ho tempo per le stronzate”. pero’ ride quando esce con un commento o una battuta e io dico “questo lo scrivo sul blog”.

Gravatar

26. cofano ha scritto il 08 febbraio 2006 alle 15:12

@ fmf: ahahhaah cofana :-)))) il problema del CGI, ahimè, non è mio ma di TopHost (lento nell’eseguire i CGI, lento nel ravanare in MySQL, lento nell’elaborare il php: mica male eh?). Come soluzione temporanea ho messo un javascript che ti avverte se clicchi due volte, ma non serve sempre.
Potrei mollare MovableType e passare a WordPress, che dovrebbe essere solo php e MySQL, ma non ho mica tanta voglia di tornare a smanettare sui template.
Oppure potrei mollare TopHost, che non mi pare neanche una brutta idea.

Gravatar

27. fmf ha scritto il 08 febbraio 2006 alle 17:22

Ad esempio, adesso, il commento dove dicevo che wordpress su tophost gira senza particolari problemi, sara’ prima o poi pubblicato o si e’ perso nella limbosfera?
Mah…

Gravatar

28. dud ha scritto il 08 febbraio 2006 alle 17:39

lo sai vero cofano che tu mi devi i più bei commenti mai scritti a memoria di blogger che la tua piattaforma zoppicante li ha mangiati.
erano commenti talmente strabilianti che se qualcuno li avesse potuti leggere avrebbe detto “però questo dud” se uomo, oppure “forte dud, dovrebbe essere un vero piacere uscire con lui e fare le cose maiale” se fosse stata una donna.
insomma tu hai problemi di CGI e io non batto un chiodo, cerca di porvi rimedio.

Gravatar

29. cofano ha scritto il 08 febbraio 2006 alle 18:28

@ fmf: pensa che bello, immaginarlo là che corre libero nella limbosfera…
@ dud: non è colpa mia, è colpa del governo precedente, io i CGI li ho migliorati da quando sono qui, io sono il blogger più perseguitato di tutta europa, io ho bisogno bisogno di altre 2 settimane per migliorare i CGI, e voi, voi, voi siete tutti dei comunisti.
Guardo troppa tv eh?

Gravatar

30. fmf ha scritto il 09 febbraio 2006 alle 10:03

No, non passi a wordpress.
E cio’ e’ male!

Gravatar

31. cofano ha scritto il 09 febbraio 2006 alle 15:00

Eh ma hai idea cosa vuol dire cambiare sto template impostato su dreamweaver e adattarlo a wordpress? Ci ho dato un’occhiata e m’è venuto un colpo. Il fatto che ci abbia dato un occhiata però lascia capire che ci sto facendo un pensierino 😉

Gravatar

32. lucy ha scritto il 09 febbraio 2006 alle 19:03

non penso lui abbia le tue competenze informatiche, in realtà. e non è così curioso… 😉
Lucy

Gravatar

33. Shade76 ha scritto il 09 febbraio 2006 alle 19:58

secondo me.. dire o meno al proprio amòr che si è possessori di un blog non sembra una cosa così terribile. Puoi incappare in una persona che preferisce viverti, piuttosto che leggerti.. e quindi credo che il tentativo si possa comunque fare, no?
Buona serata 😉

Gravatar

34. LaStrega ha scritto il 11 febbraio 2006 alle 18:34

Mannaggia che dilemma….è il dilemma di tutti i blogger…
Io alla fine ho snocciolato il mio segreto e vorrei non averlo mai fatto. Ora mi sento controllata e non piu’ libera di scrivere tutto quello che mi passa per la testa, che poi devi rendere spiegazioni!
LaStrega

Gravatar

35. oxygenetic ha scritto il 07 marzo 2006 alle 11:19

un luogo perfetto x confessarsi in modo del tutto anonimo (e commentare le altrui confessioni) è http://www.erbadelvicino.com , se ti va facci un salto!

Lascia un commento

Potete usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>