« - Home Page - »

20 maggio 2004

Omareneromareneromarenè

L’estate incalza, sì sì. C’ho addosso la smania per la mini vacanza in sardegna fra una settimana: mare, sole, ciabatte, falò. Ecco, i falò in spiaggia per me son sempre stati un po’ un problema: cioè, non è tanto il falò il problema, ma il fatto che so suonare la chitarra. E una chitarra salta sempre fuori, e dai suonaci qualcosa di vasco, e dai non è falò se non canti quellasuamagliettafinaaa, e lebiondetreccegliocchiazzurri non la fai?, e facci uidoruidautiu. Poi ci sono quelli che vogliono far vedere la loro cultura musicale e cominciano a chiederti robe stranissime, “dddai ma non lasssai quella dei pogues famozizzima? Beh fammi qualcoza dei Fugazi… eh ma non conosci nemmeno i Sonic Youth? Cheppalle… ci fozze qui il Picciu le sapeva tutte…” Amico, vammi a chiamare sto Picciu che io non ne posso più.
E si ricomincia con quantafrettamadovecorri, prendiunadonnatrattalamale, certenottilamacchinaècalda, maquantèbelloandareingiropericollibolognesi e così via.
Insomma, sto lì a suonare, che mi piace eh, però mentre suono pian piano a coppie la gente sparisce, e in genere finisce che rimaniamo io e quelli troppo ubriachi per muoversi, che di solito, a te che sei lì con la chitarra, son quelli che rompono più i maroni. Che poi ubriaco attira ubriaco, e arrivano quelli dei falò attorno e ti ritrovi a gestire un gruppo di alcolisti che sbraitano e ti fanno bere che se non puoi combatterli fatteli amici.
E ti svegli all’alba, abbracciato alla chitarra, con la cervicale che urla e il fegato che impreca, con un marmista di Massa Carrara che ti si è addormentato sulla schiena dopo averti raccontato tutta la storia della sua vita.
Oh, m’è passata la smania.

25 commenti

Gravatar

1. absinthfreespirit ha scritto il 20 maggio 2004 alle 12:34

I MIEI referr sono peggio! c’è qualcuno che ci arrivato digitando FREE SEX

Gravatar

2. mipassiilsaleperfavore ha scritto il 20 maggio 2004 alle 15:00

Non si possono più fare i falò in spiaggia ed ora, se t’improvvisi piromane sulla battigia, nessun amico intorno… ti ritrovi a gestire un gruppo di carabinieri.

Gravatar

3. cofano ha scritto il 20 maggio 2004 alle 15:02

Ah l’han vietato? Un’altra genialata dell’Urbani? E io ai carabinieri cosa ci suono?

Gravatar

4. venedikt ha scritto il 20 maggio 2004 alle 15:25

Io sono testimone: cofano suona e gli amici nel frattempo si trombano le tipe.

Naturalmente siamo molto amici.

Gravatar

5. cofano ha scritto il 20 maggio 2004 alle 15:53

Esatto, non è che adesso chi legge mi noleggia perchè agevolo la trombata… 😉

Gravatar

6. venedikt ha scritto il 20 maggio 2004 alle 15:54

No, dài, che in fondo due linguine ti scappano poi anche a te, ogni tanto.

Gravatar

7. utente anonimo ha scritto il 20 maggio 2004 alle 16:01

si dai cofano…vuoi mettere il fascino del suonatore di chitarra?:) non ti lamentare! P.

Gravatar

8. cofano ha scritto il 20 maggio 2004 alle 16:06

Ahahaha beh P. ma perchè tu evidentemente lo subisci più del dovuto: ci sei andata a convivere! Io non voglio mica affascinare così tanto 😉

Gravatar

9. pandora ha scritto il 20 maggio 2004 alle 16:19

AAA: cercasi chitarrista per falò da organizzarsi sulla battigia abruzzese (in barba ai caramba) in occasione della luna piena di giugno. Astenersi perditempo e non amanti del tiramisù.

Gravatar

10. cofano ha scritto il 20 maggio 2004 alle 16:26

Beeeello falò+tiramisù! Peccato che la luna piena sia giovedì 3 giugno 🙁

Gravatar

11. venedikt ha scritto il 20 maggio 2004 alle 17:23

Ve’, scolta, ci andiamo un’altra volta insieme al falò abruzzese. Due chili di tiramisù, e quattro litri di negroni. O no?

Gravatar

12. cofano ha scritto il 20 maggio 2004 alle 17:24

fa te

Gravatar

13. utente anonimo ha scritto il 20 maggio 2004 alle 21:05

gia’ vi vedo voi due … li’ davanti alla stessa donna a fare a gara a chi la spara piu’ grossa. A fare gli occhi dolci … poi nemmeno senza accorgervene … inizare ad accarezzarle la schiena, contemporaneamente, perche’ i ritmi sono gli stessi, come un po’ la scuola di ‘marpioneria’ d’altronde …

fino ad accorgervi che quella che state accarezzando non e la schiena di lei … ma la mano di uno e dell’altro. Gia’ capitato??

Due giornate piene di conferenza sulla cittadinanza in africa. Bella conferenza. Accademici famosi.

Io ero la donna del microfono, quella che portava il gelato quando qualcuno voleva fare un intervento. E’ importante avere un ruolo nella vita …

Domani arrivano qui Qoelet e Monade. Non vedo l’ora. Naturalmente se ci fossi anche tu … faremmo un bel falo’ al castello di edinburgo. Ma tu scegli la sardegna … bastardo!!

B.

Gravatar

14. Atmos ha scritto il 20 maggio 2004 alle 22:11

Lo so che non c’entra nulla… ma te lo dovevo dire: ho finito, letto tutto… sono preparatissima, ora non mi beccherai più in castagna… :O) CIAU

Gravatar

15. cofano ha scritto il 21 maggio 2004 alle 09:06

@B.: già capitato… circa un mese fa direi…

@atmos: Bene, arriverà presto un interrogazione allora!

Gravatar

16. pandora ha scritto il 21 maggio 2004 alle 09:42

Cofano, la luna piena è venerdì 18 giugno (ma dove hai preso l’info?). Ora non hai più scuse per esimerti dal fare il chitarrista da falò in Abruzzo Citeriore.

Gravatar

17. utente anonimo ha scritto il 21 maggio 2004 alle 10:27

Vabbè, dai… almeno fatti tirare le monetine!! 😀 😀

Gravatar

18. ilBuonFattore ha scritto il 21 maggio 2004 alle 10:30

suona suona!

Gravatar

19. cofano ha scritto il 21 maggio 2004 alle 10:34

@panduz: Ehi, guarda che venerdì 18 è luna nuova, mica piena. La piena è il 3: vedi qui e qui o magari anche qui. Inoltre scopro adesso l’esistenza dell’abruzzo citeriore.

Gravatar

20. Atmos ha scritto il 21 maggio 2004 alle 11:18

Allora non sono l’unica capra in geografia 😀

Gravatar

21. pandora ha scritto il 21 maggio 2004 alle 11:56

E allora perchè il mio calendario riporta la luna bianca e piena il 18 giugno e la nera, nera, nera il 2 giugno? Ahhhhhhhhh, ho capito: il cerchietto nera pieno di bianco significa luna nuova e quello tutto nero vuol dire luna piena. Ma si può fare un calendario così?!?

Gravatar

22. burmashave ha scritto il 21 maggio 2004 alle 14:46

io suonavo e gli altri ciulavano. paolo rossi c’ha fatto un monologo su sta cosa. faceva anche ridere ma non me lo ricordo bene. in compenso mi ricordo una cosa: “il carretto passava e quell’uomo gridava: BASTARDI. m’han fregato i cornetti e nel frigo c’han messo i petardi. le mie mani, come vedi, non tremano più. non ce le ho.” che magari puoi usarla, in sardegna. p.s. quello della russia. gran libro!

Gravatar

23. cofano ha scritto il 21 maggio 2004 alle 14:56

Burma, il pezzo di Paolo Rossi faceva più o meno cosi: “Io suonavo la chitarra e gli altri ciulavano. Io suonavo la chitarra e gli altri ciulavano. Io suonavo la chitarra e gli altri ciulavano. Oh la volta che ho trovato una ragazza io… m’han ciulato la chitarra!” 😉

“Libro sulla Russia” dici quello di Nori o quello di Erofeev?

Gravatar

24. burmashave ha scritto il 21 maggio 2004 alle 17:24

quello di nori, se lo conosci già. se non lo conosci dici: questo è scemo.

Gravatar

25. cofano ha scritto il 21 maggio 2004 alle 17:46

t’è andata bene, di nori ho letto tutto (a parte l’ultimo, “Pancetta”)

Lascia un commento

Potete usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>