« - Home Page - »

11 febbraio 2009

Straiming

Giusto perché secondo me se ne farà (giustamente) un gran parlare: tramite Wittgenstein scopro che la RAI si è messa a trasmettere in streaming (cioè su internet) tutte le sue trasmissioni, vedere per credere.

Entusiasmante vero? Eh sì, l’ho pensato subito anch’io. Era ora. Poi m’è venuto un dubbio: vuoi vedere che hanno trovato il modo di appiopparci il canone anche solo avendo un computer?



2 commenti

Gravatar

1. Federico ha scritto il 11 febbraio 2009 alle 13:21

credo che la questione non fosse chiarissima, ma in teoria il computer era già strumento atto alla ricezione di segnali radiotelevisivi e dunque avresti già dovuto pagare il canone anche solo possedendo un computer.
la disponibilità dei canali rai in streaming non cambia nulla: eventualmente è l’inadeguatezza della formulazione della norma a creare problemi.
ciao

Gravatar

2. cofano ha scritto il 11 febbraio 2009 alle 15:53

Avevo sentito parlare dell’applicabilità ai computer della norma sul canone, e mi ero anche fatto grasse risate. Speriamo che non cambi veramente nulla.

Lascia un commento

Potete usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>