« - Home Page - »

09 gennaio 2009

Il galleggiante

Il galleggiante da brodo, il cosiddetto cappelletto, o anolino, è un oggetto che anche se voglio evitarlo non c’è niente da fare, lui mi si fa mangiare.

Ho passato le ferie di Natale a mangiarlo tutti i giorni, a volte anche mattino e sera, poi staccare e cambiar aria e dieta parto per una settimana bianca a Tarvisio, che uno va fin là e si aspetta di mangiar mufloni stambecchi mammut insomma roba selvatica, poi per star sicuri uno il cenone lo fa in baita a duemila metri, che gli daran da mangiare lo yeti arrosto, gli portano il menù e tra i primi… cucù: tortellini bologna in brodo.

E’ inutile che ti travesti con quel nome strano, t’ho riconosciuto.

E t’ho magnato. Due volte. Così impari.



Ancora nessun commento!

Lascia un commento

Potete usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>