« - Home Page - »

24 aprile 2008

Io pelai, tu pelasti, egli Pelù

Quando di un cantante rimane in mente solo il passato, remoto. Remotissimo. Ché il presente è proprio da dimenticare.

il genere umano è passato dalla lotta alla lotteria pian piano
nemmeno se ne accorge che vive di favole favole…
parabole parabole…

Sticazzi.

6 commenti

Gravatar

1. Antar ha scritto il 24 aprile 2008 alle 18:27

Ma sono versi suoi?
Trishtezza…

Gravatar

2. Felipegonzales ha scritto il 24 aprile 2008 alle 20:51

Però adesso col ssuo podere fa anche l’olio…

Gravatar

3. phoebe ha scritto il 28 aprile 2008 alle 08:06

In settimana ho scoperto grazie a Fiorello che non è stato lui a cantare la sigla di Jeeg Robot. Che delusione…

Gravatar

4. sottoachitocca ha scritto il 05 maggio 2008 alle 10:37

Sono riusciti a rincoglionirci (senza neanche troppa fatica…).
Ci fanno credere di vivere nel paese di Bengodi e noi stiamo al loro gioco…
Vado a comprare un grattaevinci, si sa mai…
A.L.

Gravatar

5. Tripudiatore ha scritto il 08 maggio 2008 alle 14:21

E’ il cantante dei Litfiba, giusto?

Gravatar

6. brian ha scritto il 20 maggio 2008 alle 12:52

Ma ‘sticazzi’ in senso nordico o in senso romanesco?

Lascia un commento

Potete usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>