« - Home Page - »

28 giugno 2004

Vicini di casa

Della mia vicina ho già scritto tempo fa. Quella che alla domenica mattina si mette sul poggiolo a cantare l’operetta. Ecco, proprio lei.
Di notte urla, urla sempre qualcosa al figlio. Gli urla andare a letto, che ormai il figlio ha 50 anni e lo saprà bene se ha sonno o no. Gli urla di spegnere la televisione, e tira una madonna. Gli urla di togliere l’acqua dal fuoco, e tira ancora una madonna.
Ieri sera gli ha urlato “Ch’la vaca t’ha fat”, che sarebbe “quella vacca che ti ha fatto”, leggasi figlio di buona donna. Lui gli urla indietro “guerda ch’at sì tì, ch’la vaca!” cioè “guarda che sei tu quella vacca”. Lei assolutamente senza scomporsi gli risponde “beh, at sì un fiol ‘d ‘na vaca listess!” cioè “beh sei un figlio di vacca lo stesso!”.
Io lo so che la prima volta che fa un po’ più caldo del dovuto sentirò parlare dei miei vicini di casa al TG.

11 commenti

Gravatar

1. utente anonimo ha scritto il 28 giugno 2004 alle 15:19

Beh… a 50 anni ancora con la mamma… proprio un impomato! (come mi fa ridere sta parolina) Cla

Gravatar

2. phoebe1976 ha scritto il 28 giugno 2004 alle 15:37

Bèh, se finisci intervistato in Tv da Cucuzza fammelo sapere…

Gravatar

3. utente anonimo ha scritto il 28 giugno 2004 alle 15:59

Pensa che io ho una famiglia di vicini dove il padre (mi fa una pena) e’ sottomesso da moglie e due figlie, le quali dalla mattina alla sera litigano urlano e s’insultano a non finire… Io sono praticamente certo che quel pover’uomo compira’ una strage, prima o poi.

Gravatar

4. utente anonimo ha scritto il 28 giugno 2004 alle 16:24

mi inviti domenica prossima? eh eh 😀

Gravatar

5. Atmos ha scritto il 28 giugno 2004 alle 17:45

Io sapevo una barzelletta che assomigliava un po’ a questa discussione… un giorno poi te la racconto… ;O)

Gravatar

6. Z4NN4 ha scritto il 28 giugno 2004 alle 18:41

ma infatti sei te che finisci a dover dire “ma, guardi signorina, una cosa che ci ha sconvolto tutti…. e chi poteva sospettarlo?… delle persone cosi’ tranquillle… normali…”

Gravatar

7. Silviaeco81 ha scritto il 28 giugno 2004 alle 19:45

e sì … va sempre a finire così …

si compie una strage, poi uno domanda al vicino di casa “ma che tipo era?” ” mah, una così brava persona … un tipo/a tutto casa e chiesa” … aveva ragione il mio caro nonnino … “FIDARSI é BENE … NON FIDARSI è MEGLIO” … poi a volte è un bene … a volte sarebbe meglio lasciarsi andare …

Ciao COFANO! ;P

Silvia

Gravatar

8. mipassiilsaleperfavore ha scritto il 28 giugno 2004 alle 23:17

Avrei tollerato tutto, ma non le urla la domenica mattina.

Al tuo posto avrei fatto una strage, sarei finita io al TG, altrochenò!

Gravatar

9. cofano ha scritto il 29 giugno 2004 alle 00:49

@ cla: ehi ma che capacità di apprendimento!

@ phoebe: certo, se vuoi ti saluto anche!

@ brian: pensa che figata se la fa lo stesso giorno del mio, magari finiamo da Cucuzza insieme! 🙂

@ monade: potrei mettere un po’ di poltroncine e dei popcorn!

@ zanna: prendo appunti così saprò cosa dire

@ silvia: ciao! mi segno anche la tua traccia di intervista, che può tornare utile 😉

@ mipas: ormai ci sono abituato, a strage compiuta so già che mi mancheranno…

Gravatar

10. nirnaeth ha scritto il 04 ottobre 2005 alle 13:06

maaaaaaa… giusto per farmi i fatti tuoi… di dove sei?

Gravatar

11. cofano ha scritto il 04 ottobre 2005 alle 13:39

Fai fai pure: Parma, provincia. Sei la mia vicina? ;-P

Lascia un commento

Potete usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>