« - Home Page - »

16 giugno 2004

Senti che profumo

Quella dell’aria di giugno era tutta la parte romantica mielosa dell’esperienza, ma come sempre mi succede, per arrivare a quello, prima deve succedermi qualcosa di strano.
Si girava per la campagna, cercando una stradina dove poterci fermare per ballare in tranquillità. Faccio una piccola salita, c’è una pianta con un’altra stradina corta sulla sinistra, la prendo e mi fermo in mezzo a un campo. La guardo negli occhi come a dire “cazzo che posto che ho trovato, visto come son bravo?”. Vinicio alla radio canta “scivola, scivola e vai via, non te ne andare…”. Sto evidentemente facendo il bullo, dimentico delle catastrofi che mi aspettano ogni volta che prendo quell’atteggiamento. Mi avvicino per darle finalmente un bacio, lei mi guarda, si tira un po’ indietro, trattiene un sorriso e mi fa un cenno con la testa indicando qualcosa alla sinistra della mia macchina. Mi volto e guardo dal finestrino: quasi a ridosso dell’auto c’è una montagnola alta tre metri, al buio non si capisce bene cosa sia.
Le dico “Sarà mica…?”.
Abbasso il finestrino e metto fuori il naso.
“Sì, è merda”.
Non dico niente, metto la retro e riparto con lei che si scompiscia dalle risate e io che penso che “figura di merda” in questo caso è molto più di un modo di dire.
Se non ci fossi abituato a cose come questa l’avrei riaccompagnata subito a casa, e poi, se pestare una cacca porta bene, parcheggiare praticamente sopra a diversi quintali di cacca dovrebbe portare benissimo.

13 commenti

Gravatar

1. utente anonimo ha scritto il 16 giugno 2004 alle 13:42

Questi preamboli sono sempre magnifici! Cla

Gravatar

2. Atmos ha scritto il 16 giugno 2004 alle 14:11

E’ andata bene, tutto sommato, no?

Gravatar

3. cofano ha scritto il 16 giugno 2004 alle 14:12

Sì sì, è che ormai ho l’ansia da pre-prestazione… ogni volta mi succede qualcosa

Gravatar

4. monicaBionda ha scritto il 16 giugno 2004 alle 15:00

quindi, andando a febbraio per la bionda, e a gennaio anche (non si sa mai, magari mi ero persa qualcosa), ho letto la tua settimana di bilancio trentennale: benvenuto nella vasta decina dei … enta.

🙂

Gravatar

5. lo_struzzo_nero ha scritto il 16 giugno 2004 alle 15:28

Ciao Cofano Ti volevo salutare, sono una new entry e sarei onorato se mi venissi ogni tanto a trovare…

Gravatar

6. cofano ha scritto il 16 giugno 2004 alle 15:35

@ monica (come vedi ho asportato il suffisso “bionda” che tende ancora a procurarmi strane sfogazioni allergiche ;))) ): grazie!!! Sai che nei enta si sta proprio bene?

@ struzzonero: certo che passo, ma non credo sia tutto questo onore 😉

Gravatar

7. venedikt ha scritto il 16 giugno 2004 alle 20:23

va là, che a lei è piaciuto

Gravatar

8. mipassiilsaleperfavore ha scritto il 16 giugno 2004 alle 22:59

A me, non so perchè, gli uomini che fanno ‘ste figuracce fanno tenerezza… se non si ripetono di continuo, of course.
Spero che alla tua lei faccia lo stesso effetto.

Gravatar

9. cofano ha scritto il 17 giugno 2004 alle 09:30

@ ven: valà che lo so 😉

@ mipaz: concordo quando dici che l’importante è che non diventi cronico

Gravatar

10. Z4NN4 ha scritto il 18 giugno 2004 alle 07:51

si’ ma intanto ogni mese c’e’ qualcuna diversa che ti danza affianco. 😉

ribadisco, sei il modello di riferimento.

cacca inclusa.

P.S. shit happens

Gravatar

11. AbsoluteVodka ha scritto il 18 giugno 2004 alle 20:12

eh, questa perla te la regalo perchè si intona con il tuo post. All’esame, stamattina, la tipa di Garibaldi ne ha sparate grosse. Si parlava dei derivati. Maestro:- Che cosa si ricava dalla mucca? Alunna:- Il latte. Maestro:- Il latte e poi? Alunna:-zzz Maestro:- Il latte e la ca… Alunna:- Il latte e la cacca.

Ho testimoni. Tutto vero. Il tuo post mi ha fatto ridere. Ti saluto chè tra un po’ gioca l’Italia.

Gravatar

12. Parolenelvento ha scritto il 18 giugno 2004 alle 21:30

Ti adoro! Quando fai queste cose ti adoro veramente. :)))

Gravatar

13. cofano ha scritto il 21 giugno 2004 alle 09:18

@ Abs: potevi star qui un altro po’, che l’Italia non è mica stato un bel vedere…

@ PnV: dai che divento tutta rossa 😉

Lascia un commento

Potete usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>