« - Home Page - »

03 maggio 2004

Viaggia molto

Si parlava, l’altra sera. La mia amica A. parlava di un tipo, che è uno molto interessante, che viaggia molto. La sera prima parlava una ragazza conosciuta da poco, e voleva far conoscere un amico a un’altra ragazza, e ne parlava come di uno interessante, uno che viaggia molto. A me giran le balle. Come se per essere interessanti bastasse andare in giro con la tessera Millemiglia Alitalia. Conosco un fottìo di gente che sta in giro undici mesi all’anno e ispira lo stesso interesse di una puntata di Mezzogiorno di Cuoco della Clerici (e non cominciate a dire “Fì bellissimo mezzogiorno di cuoco!!!”).
Io quelli che li fermi e gli dici “ciao veh come stai?” e ti dicono “guarda sono appena tornato da un viaggio…” non mi vien da pensare “uh, che persona interessante” ma piuttosto “pirla ti ho chiesto se stai bene, non cosa hai fatto”, che non è detto che se sei tornato da un viaggio devo intuire che stai bene. Io di solito quando torno da un viaggio mi ammalo.
Che poi gliel’ho detto, alla mia amica l’altra sera: “ascolta, ma io che ho paura di volare e viaggio pochissimo allora sono uno poco interessante?”. A:”beh uno che viaggia ha tante cose da raccontare”. Io:”Quindi io non ho niente da raccontare?”. A:”non ho detto quello, ho detto che uno che viaggia ne ha tante rispetto a uno che non viaggia, se tu viaggiassi di più sicuramente ne avresti da raccontare più di adesso.”. Io:”Beh ma non è che se non viaggio sto chiuso in casa a non fare un cazzo…”. A:”Vuoi aver ragione tu?”. Io:”Sì, mi aiuterebbe a convivere con la mia paura dell’aereo”. A:”ok, hai ragione”.

11 commenti

Gravatar

1. utente anonimo ha scritto il 03 maggio 2004 alle 11:17

Azz… e io che ti credevo un tipo interessante… 😉
…e invece non viaggi…
…mannaggia oh!
Cla

Gravatar

2. qoelet ha scritto il 03 maggio 2004 alle 11:22

Se vuoi ho un amico mio che vende roba buona… Ci fai certi viaggi! E non c’è problema di aerei o traghetti.
Subcomandante! Hasta siempre!! Questa sera giustizia proletaria sarà fatta, alla faccia della reazione e delle forze controrivoluzionarie.
Viva il primo maggio! Viva i lavoratori! Viva l’E.Z.L.T.!

Gravatar

3. cofano ha scritto il 03 maggio 2004 alle 11:27

@ cla: azz… lo sapevo che sta cosa non dovevo raccontarla… ;-P
@ qoel: Que viva el E.Z.L.T.! A stasera!

Gravatar

4. pandora ha scritto il 03 maggio 2004 alle 11:38

Ma da quando le cose interessanti da raccontare sono un esclusivo appannagio dei viaggiatori? Ce n’è di un barboso…Inutile dire poi che ci son persone incredibilmente “stanziali” ma che ti san raccontare tante di quelle cose da attirano tutta l’attenzione…magari su un blog…su un certo blog :)) Le tipe di cui parli o son molto fortunate ad incontrare viaggiatori che son anche persone intelligenti oppure si fermano all’apparenza del viaggare che fa figo. Boh.

Gravatar

5. cofano ha scritto il 03 maggio 2004 alle 11:39

la seconda che hai detto 😀

Gravatar

6. klops ha scritto il 03 maggio 2004 alle 11:59

Ma sai che interessante vedere le 1236 diapositive del Madagascar? Oppure lo zainetto con i 19 album dello Zimbabwe?
Interessante… o maledettamente noiosoooooo!!?!?
Cmq qua di interessante c’è una cosa sola: il TIRAMISU’!
[No dai cofano, non fare così, non piangere… lo sai che sei il mio cofano preferito… dai…] 😉
Cla

Gravatar

7. Z4NN4 ha scritto il 03 maggio 2004 alle 12:07

dear cofano, eppurtroppo c’ha ragione la tua amica A. Se no a 18anni non si sognava l’interrail ma Montefalcone.

Gravatar

8. cofano ha scritto il 03 maggio 2004 alle 12:14

@ cla: sè sè… ti voglio bene anch’io… hm hm… 😛
@ zanna: ma l’interrail lo si sognava solo per andarsi a stordire di canne in un coffee shop di amsterdam 😉

Gravatar

9. amarilla ha scritto il 03 maggio 2004 alle 13:10

io poi vorrei sapere quanti, viaggiando, viaggiano davvero… la maggior parte di loro ovunque sia si ostina a cercare ristoranti italiani o, al meglio, mcdonald! buuuu! stiam bene noi, stiamo.

Gravatar

10. Atmos ha scritto il 03 maggio 2004 alle 20:22

Ehm… lo confesso, io sono una viaggiatrice (ma adesso non dovro’ mica vergognarmi, no?)… Beh, diciamo che i miei viaggi sono stati abbastanza stazionari… nel senso che ho vissuto un po’ qua’ un po’ la’ nel mondo… concordo pero’ con chi dice che non conta il timbro sul passaporto ma quanto hai vissuto del paese ‘estraneo-straniero’ (vedi mia sorella che pur di conoscere da vicino una cultura, ihihih) … Io non mi reputo interessante per quello, come non mi reputo piu’ intelligente di quando la laurea non l’avevo (ma mi reputo interessante e intelligente per un sacco di altri motivi… quali? ehm… ora non mi sovvengono ma giuro che ci sono!!!). Che cosa ti importa se hai paura a salire su un aereo? I viaggi migliori sono quelli che si fanno con la gioia/la disperazione dell’andare… vuoi mettere un viaggio in macchina o in treno??? (cmq ti assicuro che superate le 12 ore di volo ti sei gia’ rotto a sufficienza per non aver piu’ paura). Un bacio

Gravatar

11. utente anonimo ha scritto il 06 maggio 2004 alle 15:05

hai ragione tu.

🙂

Lascia un commento

Potete usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>