27. febbraio 2004

Tatuaggio

A breve mi farò un tatuaggio. E’ una vita che aspetto, ora è giunto il momento. No, non è uno di quei tatuaggi che uno si fa per delusioni d’amore, o perlomeno non è solo per quello. Questo tatuaggio ha diverse ragioni: l’avrei fatto raggiunto un certo traguardo (che ho raggiunto), voglio qualcosa che mi ricordi questo periodo, lo voglio perchè l’ho sempre voluto e ora nessuno può dirmi di no, lo voglio perchè secondo me mi starà da dio. Sarà su una gamba, tra ginocchio e caviglia della gamba sinistra, nella parte esterna, piuttosto grosso. Spunterà appena un po’ dai pantaloni quando d’estate non avrò le calze. Il disegno già ce l’ho, a questo punto mi serve solo un bravo tatuatore, possibilmente in zona Parma che non ho mica voglia di andare in giro, e che me lo faccia tutto in una seduta, che vado di fretta.