06. ottobre 2003

La fiera

“Ma fuori c’è la festa del paese vado a fare un giro…”
Sè, la festa del paese. Quelle cose dove riempiono il paesello di bancarelle che vendono tutto meno qualunque cosa che possa interessarti, dove ti stipano la piazza di autopista ruotapanoramica aeroplanini calcinculo tagadà. Non posso non fare un giro, perchè comunque del mio paesello e della mia paesanità ne vado fiero, e rivedere un po’ di facce che non vedo da tanto si fa sempre volentieri.
Diobono che freddo che c’è! E infatti non c’è tanta gente da fuori, son quasi tutti indigeni. Mi fa sorridere vedere che c’è gente che si mette ancora il “vestito della festa” quando c’è la sagra, ma in fondo non dovrebbe esserci niente di strano, visto che è una festa. E’ l’idea di mettersi il vestito quello buono che mi fa strano. Bah.
Vedo gente della mia età, alcuni compagni di classe delle medie, oh ma che bello tuo figlio, ma quanto ha, eh no io sono ancora lontano dal metter su famiglia, beh ma vedrai che prima o poi mi faccio fregare, eh il lavoro va bene finalmente, ah guarda casini che non sto qui a raccontarti, va bè dai alla prossima (sagra?), eh lo so ci si vede solo per le feste, no a Natale fuori da messa è difficile che mi ci trovi, stammi bene.
Freddo ne ho preso abbastanza, gente ne ho vista anche troppa, meglio tornare. Ah, dimenticavo, ci sono poche cose al mondo che odio come odio il brucomela.

02. ottobre 2003

LiveJournal Vs. Splinder (o viceversa)

Bisogna che mi spiegate una cosa: ma perchè su LiveJournal.com sono tutti belli fighetti e interessanti? Io non capisco… forse c’è una buca e cadono tutti lì. Ogni volta che navigo per blog ospitati su LiveJournal trovo qualcuno intrigante, bello, misterioso, affascinante. Qui su Splinder sembriamo una festa di paese e loro un cenacolo di eletti.
Niente contro le feste di paese, anzi, nè tantomeno contro i cenacoli (?), semplicemente mi chiedo quale ragione può portarmi ad avere questa impressione, voglio capire se è solo una ragione di template o se c’è qualcosa che non mi è dato sapere.
Ecco alcuni esempi:
Sara’s Journal
Sara’s Journal (english version)
To the moon and back
Il Duca
Comunicare fa male
Loana’s lj
Dr.Psycho
Una bionda distratta
Bessisabel
Scritti Inquieti
§µki, §µki, cavestar
Allegre giornate di sole
Anais’ Journal
Gli allegri idioti’s Journal
Lùthien Oronar
Ora, è veramente solo una mia impressione? Cioè, io sti link li ho presi a caso, non è che ho cestinato quelli che mi sembravano meno interessanti. Son tutte fighe, son tutti simpatici, hanno tutti qualcosa sopra la media.
Voglio provare ad aprirne uno anch’io lì, giusto per vedere se è il supporto che crea il personaggio o se è qualcosa deciso prima: voglio dire, se io sono Splinder e non LiveJournal, livejournalarmi mi renderà più stiloso o solo il fatto di essere splinderizzato prima che livejournalato mi deve far capire che sono da Splinder e non da LiveJournal.
Ma soprattutto: non ho di meglio a cui pensare?

01. ottobre 2003

Muratori

Stavo guardando i muratori che lavorano qui sotto. Sono in due, li pago tutti e due ma ne lavora solo uno: come è sta cosa? Cioè, non è solo adesso che ne lavora solo uno ma da quando sono qui, ormai una settimana, che lo scemo non fa niente e l’anziano smartellascartevetraflessibila. Già, quello che non fa niente ha l’occhio spento, tipo mucca al passaggio a livello che guarda il treno che passa.
Stamattina l’ho fissato dalla finestra per 10 minuti e in quei 10 minuti ha arrotolato più o meno un metro di corda. Basta. Amigo, io almeno quando ero a scuola cercavo di fare in modo che l’apparenza fosse quella di uno almeno un po’ impegnato, quando lavoravo come commesso nel negozio di pc e passava il direttore ero sempre intento a far finta di far qualcosa. D’altra parte anche il direttore era sempre intento a far finta di non trombarsi la cassiera. Qui invece il tuo collega lavora come un mulo e tu arrotoli una corda e bevi e fai avanti indietro dal bagno.
E curiosi dentro a guardare cosa sto facendo. Hai anche fatto commenti: “Cosa fate qui? Ah internèt! Nun ci gapisco un gazzo ma me lo voglio mettere a casa. Ne ho visto uno che usi internèt dalla tivvù, senza che bisogna comprare tutto il piccì”. Sì sì, spero che ne trovi ancora uno, è quello che ti meriti.

   Post seguenti »