« - Home Page - »

05 agosto 2003

Partenza

Giorni di distacchi questi. E io sono uno che i distacchi non li sa gestire per niente. L lo sa bene, se ne è resa conto proprio in questi giorni. Già, perchè i distacchi per me sono preludio di nostalgia, e io la nostalgia la gestisco ancora peggio dei distacchi, e credo che L sappia bene anche questo ora. Non capisco bene come li gestisce lei, ma credo sia sua intenzione non farmelo capire fino in fondo.
Anyway, eccomi pronto a partire. Destinazione Croazia. Mi piacerebbe essere in grado di dare indicazioni più precise, ma non lo so neanche io.
So solo che devo guidare fino a oltre il confine croato e poi fermarmi nel primo posto che può sembrare bello a vedersi. Per poi ripartire dopo pochi giorni per fermarmi nel secondo posto bello a vedersi.
Non sono uno fatto per queste vacanze. Sì beh poi mi adatto, ci salto fuori, mi diverto anche, ma non è roba per me. Io sto bene quando so DOVE andrò e più o meno COSA farò. Diciamola tutta: datemi uno (o una?) sdraio, una bevanda fredda e un ombrellone e io resto lì anche un mese.
A me ste vacanze all’avventura non piacciono. Ma alla mia morosa sì, e se voglio andare via con lei devo scendere a compromessi.
Il compromesso è che si fa come dice lei.
Non mi sto piangendo addosso, non mi ritengo in balìa di una morosa dispotica, sono semplicemente cosciente che siamo ferialmente incompatibili e che comunque basta andare via che poi mi adatto. Certo non è la vacanza che dico io. Ah beh ma prima o poi la faccio, magari con un’altra morosa.
Ad ogni modo la Croazia prima o poi la dovevo vedere, visto che lì ci sono un po’ delle mie origini. Già, mia nonna era croata, orgogliosa e fiera delle sue origini, dolce come saranno dolci le vecchiette che incontrerò sull’isola dove è nata. Spero di trovare un po’ di lei nei posti dove vado, e sono sicuro che lo troverò, perchè mi ha fatto crescere parlandomi di quei posti e di quella gente. Non vado per avere nostalgia di lei ma solo per poterla risentire, per un po’, vicina.

3 commenti

Gravatar

1. Parolenelvento ha scritto il 05 agosto 2003 alle 17:48

ahahahha cè un film di Wood Alen dove lui dice: Figliolo è ovvio che sono io quello che comanda, tua madre prende solo le decisioni. ihihihh mi sembra fa al caso tuo.

Gravatar

2. utente anonimo ha scritto il 06 agosto 2003 alle 19:10

anch’io nn sono ferialmente compatibile col mio moroso…quest’anno si fa come dice lui ma l’anno prossimo no!!!!! ;O)

Gravatar

3. utente anonimo ha scritto il 07 agosto 2003 alle 09:56

Eh sì..neanche io gestisco molto bene i distacchi..Bella coppia eh? 😉 Sicuramente li gestisco un po’ meglio di te..Forse perchè da piccola la nostalgia era una delle cose che mi facevano stare peggio..certe crisi!!! E allora ho imparato a sopportarla, a guardarla in positivo.
Non vuol dire che non mi mancherai..come mancheranno le tua ciabatte nell’arredamento di casa mia 😉 La mia casa sarà un po’ più vuota e le mie serate meno alcoliche ;-P
Vuol dire che quando tornerai la festa sarà doppia..
Io torno..e tu parti..
Ci vediamo presto compagno di viaggio ;-*

Lascia un commento

Potete usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>