29. agosto 2003

Relax


Ci son delle volte che per star bene basta poco

Strange kisses

Che serata strana quella di ieri.
Torno dalla città al paese seguendo la solita strada. In tangenziale un’auto della polizia ferma dietro a un motorino illumina il poliziotto e il marocchino che si baciano. In piazza il sindaco di sinistra bacia uno per uno tutti i consiglieri di centro destra. Ho visto il becchino baciare l’ostetrica e il macellaio baciare il pescivendolo. Sotto un lampione una prostituta bacia un prete.
Mi sono dovuto fermare un attimo per cercare di capire. E mentre sono fermo, proprio di fianco alla mia auto, un carabiniere sta baciando un disobbediente. Riparto a razzo.
Entrando in paese c’è la mia vicina che bacia suo figlio. Dietro una pianta riconosco Claudio il Secco che bacia la Monicona. Forse è meglio se bevo qualcosa di fresco al distributore automatico del benzinaio, per fermarmi e capire perchè si baciano e perchè sono così felici di farlo. Ma ho paura di vedere il benzinaio che bacia, chessò, un pompiere. Meglio andare, meglio arrivare a letto prima possibile.
Mi stendo nel letto e capisco, è stata tutta colpa mia. Sono stato io il primo a dare un bacio che non andava dato. E io il primo felice di averlo fatto.